Bandiera dei Quattro Mori, origine legata alla Corona d'Aragona - itCagliari

itCagliari

CULTURA LO SAPEVI CHE MEMORIA Non categorizzato STORIA

Bandiera dei Quattro Mori, origine legata alla Corona d’Aragona

Bandiera dei quattro mori

Il significato della bandiera sarda dei quattro mori è legato alle vicende belliche della Corona di Aragona, che dominò la Sardegna dal 1324 al 1479. La tradizione storica vuole che le quattro teste del vessillo rappresentino la vittoria che Pietro I, re di Aragona riportò nel 1096 nella battaglia di Alcoraz. Battaglia cappeggiata inizialmente dal padre Sancho Ramirez, colpito da una freccia mortale, scagliata dalle mura della città di Huesca dai difensori saraceni, ovvero i Mori.

La nascita della Bandiera dei quattro mori sancita da una leggenda

Secondo la leggenda, la vittoria sarebbe avvenuta anche grazie all’aiuto di San Giorgio (il cui stendardo era una croce rossa su sfondo bianco). Tale santo, intervenendo, avrebbe lasciato sul campo le quattro teste recise dei re saraceni. Per ricordare tale evento e soprattutto l’aiuto simbolico di San Giorgio, il Regno d’Aragona realizzò lo stemma dei quattro mori. La sua composizione riproponeva per l’appunto la croce di San Giorgio in campo bianco, con la testa dei re saraceni sconfitti. Inoltre, questi ultimi erano rappresentati con una benda sulla fronte, segno di regalità.

Passaggio dello stemma dal regno Aragonese al regno Sardo

Quando il regno di Aragona si unì dinasticamente con le varie contee della Catalogna, tale stemma dei quattro mori cadde nel dimenticatoio. Questo perché avvenne la sostituzione con quello della Catalogna, composto da pali rossi in campo giallo. Solo nel 1297 quando papa Bonifacio VIII infeudò gli Aragonesi del Regno di Sardegna e Corsica, lo stemma dei quattro mori verrà concesso al regno di Sardegna. Il primo documento ufficiale sardo (Capitolo di corte degli Stamenti militari di Sardegna) che riporta raffigurato il simbolo è però datato al 1571. Dopodiché risulta impresso su stampe, monete, atti e su vari documenti.

Unnamed 1
Fig. 1 – Bandiera dei quattro mori con errore di stampa

Errori nello stemma durante l’invenzione della stampa a caratteri mobili

Successivamente la scoperta della stampa a caratteri mobili nel 500, causò alcuni errori nella realizzazione di tale stemma. Precisamente per ottenere la testa dei mori nera e la benda bianca, la matrice doveva passare più volte nello stesso foglio. Per cui, per errore di stampa capitava spesso che la bandiera si trovasse calata negli occhi. Nel settecento tale immagine rimase il simbolo dell’isola e venne inserita nello stendardo dei Savoia quando divennero re di Sardegna nel 1720. Dopo il 1842 Carlo Alberto, adottò come bandiera del regno, il tricolore. Perciò da quel momento i quattro mori sventolarono esclusivamente nei vessilli dei corpi militari.

Bandiera Sarda Adobestock 15283308 Morenovel
Fig. 2 – Bandiera dei quattro mori secondo il modello originario

Il riuso della Bandiera dei quattro mori dopo la Prima Guerra Mondiale

Successivamente la brigata Sassari rispolverò questo stemma adottandolo sin dalla sua istituzione, avvenuta durante la 1^ guerra mondiale. Il 19 luglio 1950, il Consiglio della neonata Regione Autonoma della Sardegna, sceglieva un emblema nel gonfalone dei quattro mori. Mentre il 5 luglio del 1952, l’allora presidente della Repubblica Italiana, sanciva come simbolo della stessa regione uno “stemma d’argento alla croce di rosso con quattro teste di moro bendate”. Si confermava l’utilizzo nella sua forma errata fino alla correzione ufficiale avvenuta negli anni ’90.

Bandiera dei Quattro Mori, origine legata alla Corona d’Aragona ultima modifica: 2021-10-29T11:41:25+02:00 da Lara Desogus

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

Molto interessante!

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x