I CAGLIARITANI RACCONTANO CAGLIARI

itCagliari

NEWS

Coronavirus e Sardegna: la situazione nell’isola

Coronavirus -Virus

Fino ad ora ci siamo astenuti dal parlare del coronavirus e della sua diffusione in territorio italiano. Il motivo è semplice: evitare inutili allarmismi e scongiurare la circolazione di fake news. Tuttavia, come testata, non possiamo esimerci dal riportare le notizie che coinvolgono anche la nostra isola. Il tutto nell’ottica di trasmettere una visione razionale ed obiettiva dei disagi in corso. Ecco quindi una rassegna delle principali notizie diffuse da organi ufficiali.

Sardegna isola sicura

“La Sardegna è un’isola sicura. I problemi sanitari sono sotto controllo anche grazie alle azioni messe in campo tempestivamente dall’assessorato regionale della Sanità.”

Queste le parole di Michele Pais, presidente del Consiglio regionale sardo. Il Consiglio ha infatti di recente aperto una seduta speciale dedicata alla diffusione del coronavirus. Pais rinnova in tale sede l’auspicio ad evitare che la psicosi faccia più danni della malattia stessa. Ricordiamo infatti che la stagione turistica è alle porte. La Sardegna si prepara quindi a ricevere numerosi turisti da ogni parte del mondo. E il clima nevrotico, diffusosi sin dall’arrivo del virus in Italia, potrebbe causare non pochi danni al turismo sardo. A tal proposito, Pais ha affermato che proprio dalla nostra isola dovrebbe partire un segnale di tranquillità e serenità.

Misure specifiche contro il Coronavirus

La Sardegna mette in campo tutte le sue risorse per prevenire il contagio dal coronavirus. La sanità sarda è in allerta e pronta ad affrontare per tempo l’emergenza. Questo è quanto emerge dalle recenti dichiarazioni del Presidente della Regione, Christian Solinas. Riguardo all’arrivo di turisti sull’isola, il Presidente ha predisposto controlli a tappeto nei porti e negli aeroporti. Tali misure saranno dunque effettuate su tutti i passeggeri in arrivo sull’isola. Con particolare attenzione, a coloro che provengono da zone a rischio, nazionali e non. Le misure cautelative sarebbero già a regime.

Decalogo prevenzione coronavirus
Il decalogo per la prevenzione del contagio diffuso dal Ministero della Salute

A confortare i cittadini sardi, ci pensa anche l’assessore alla sanità Nieddu. “Abbiamo preparato un piano operativo per gestire una eventuale emergenza.”. Tali parole, riferite in sede di Consiglio regionale, lasciano intendere una preparazione da parte della sanità sarda. L’assessore rincara. “Nel picco massimo possibile, in Sardegna avremmo a disposizione 110 mila posti per la quarantena.”. Oltre a questi, sarebbero già in allerta le camere sterili presenti al Santissima Trinità di Cagliari, al Santissima Annunziata di Sassari e al San Francesco di Nuoro. L’assessore Nieddu ha inoltre specificato che, nonostante i falsi allarmi, il coronavirus non sarebbe ancora sbarcato sull’isola.

I rischi delle fake news

L’isola non è stata esente da fake news a tema coronavirus. Al momento, i falsi allarmi sarebbero 15. Ad essi, si aggiungono numerose persone che, tanto al nord quanto al sud, sarebbero state sottoposte ad isolamento. L’ondata di panico che nei giorni scorsi ha travolto il nord Italia sembra aver solo scalfito la Sardegna. Salvo piccoli casi isolati, infatti, la situazione sembra essere salda nelle mani dei comuni e delle istituzioni isolane.

Coronavirus -Numeri emergenza
Cosa fare in caso di emergenza (Ministero della Salute)

Ricordiamo che diffondere allarmismi e psicosi potrebbero causare più danni dello stesso coronavirus. Senza contare che si tratta di un reato punito dalla legge. L’annuncio di disastri e pericoli inesistenti, e l’allarme che ne deriva alla società, è punito con l’arresto o con un’ammenda.

Coronavirus e Sardegna: la situazione nell’isola ultima modifica: 2020-02-28T10:54:25+01:00 da Andreana Perla
To Top