CULTURA LUOGHI DI RITROVO

ExMà, il cuore culturale di Cagliari

ExMà

Exhibiting and Moving Arts o più semplicemente ExMà. Dal 2015 il progetto culturale Exhibiting and Moving Arts (ExMà) curato dal Consorzio Camù si occupa di promuovere la ricerca, la produzione, l’esposizione di progetti e d’arte contemporanea nel cuore di Cagliari. Il tutto nella cornice dell’ex Mattatoio Comunale di Cagliari. L’ex edificio sorge nel quartiere di Villanova, più precisamente in Via San Lucifero.

ExMà

La nascita del primo Mattatoio cittadino

Edificato tra il 1845 e il 1852 al dì fuori delle mura cittadine (la prima struttura a essere costruita fuori i confini cittadini) per dare alla città un mattatoio moderno che rispettasse le regole igieniche, a quei tempi poco applicate. Il progetto con relativa direzione dei lavori sono opera del Cavaliere Barbino (Maggiore del Genio Militare).
Un’opera però che non fu mai amata dai cagliaritani, infatti, basti pensare che, nel 1880  l’allora Amministrazione Comunale pensò di abbandonare la struttura per costruirne uno ex novo nella zona di Viale LaPlaya.

ExMà

Chiuderlo o rinnovarlo?

Fortunatamente il progetto non fu mai realizzato. E nel 1892 si optò per una radicale operazione di restyling. In origine, il Mattatoio di Cagliari prevedeva un caseggiato centrale (ancora esistente), un vasto spiazzo adibito alla sosta degli animali destinati alla macellazione. Inoltre, la struttura originaria comprendeva quattro edifici minori, situati in ognuno degli angoli del recinto perimetrale del Mattatoio. Gli edifici erano destinati a ospitare gli uffici dell’Amministrazione e della custodia dello stabile. Sotto il piazzale centrale, si trovava una cisterna per l’acqua.

ExMà

Anni di trasformazioni per l’ExMà

Nel corso del tempo, la struttura ha subito numerosi cambiamenti dovuti principalmente ai vari cambiamenti di destinazione d’uso. La modifica più importante risale al periodo dell’allargamento di Via Sonnino e alla realizzazione della linea dei tram che partiva da Cagliari in direzione Campidano di Quartu. In quell’occasione, l’Amministrazione Comunale di Cagliari decise per l’abbattimento dei due edifici situati all’angolo con la Via Sonnino, insieme al recinto che li congiungeva.

ExMà

Da Mattatoio a deposito auto

Il Mattatoio Comunale di Cagliari restò in attività fino al 1964. Anno di apertura del nuovo Mattatoio Comunale in Via Po. Dopo la chiusura, l’edificio dell’ExMà è stato utilizzato dall’Amministrazione Comunale cagliaritana come autoparco e deposito degli autoveicoli sequestrati dalla polizia municipale.

ExMà

1980 nasce il Centro Culturale cagliaritano

Dimenticata e abbandonata a se stessa è diventata una cattedrale nel deserto nel cuore di Cagliari.  Nei primi anni ’80 la situazione cambiò e si decise per un suo totale recupero. I lavori di ristrutturazione e riqualificazione dell’ex Mattatoio Comunale di Cagliari iniziarono nel 1982. Il progetto di trasformazione da mattatoio comunale a Centro d’Arte è opera dell’Architetto veronese Libero Cecchini.

ExMà

ExMà il cuore culturale di Cagliari

Il 1993 è l’anno di rinascita della struttura dell’ExMà con mostre, festival, spettacoli teatrali e concerti. Nel giro di anni, quel luogo, un tempo destinato alla morte si è trasformato in una piccola oasi culturale nel centro di Cagliari.

I bovini in marmo a ricordo del Mattatoio

Piccola curiosità architettonica. Osservando meglio i muri esterni e l’edificio principale all’interno della struttura, si possono ancora vedere le protomi bovine in marmo dell’epoca a ricordo di quanto avveniva all’interno della struttura.

ExMà

Non solo arte

Non solo arte e spettacoli all’interno della struttura dell’ExMà, infatti, potrete anche usufruire del servizio della caffetteria/bristot Radio X 96.8 Social Club con eventi musicali dal vivo.

ExMà, il cuore culturale di Cagliari ultima modifica: 2018-12-09T19:53:49+02:00 da Andrea Sanna

Commenti

To Top