EVENTI

Festival Internazionale Jazz in Sardegna: tra i big della musica

La locandina del Festival Internazionale jazz in Sardegna

Dal 30 ottobre al 4 novembre prenderà il via la 37° edizione del Festival Internazionale Jazz in Sardegna. Punta di diamante della kermesse, Herbie Hancock. Sarà infatti proprio il re del jazz ad aprire le danze dell’iniziativa dalla ricorrenza molto speciale. La nuova edizione segnerà infatti i 20 anni dalla scomparsa di Alberto Rodriguez, mentore del prestigioso festival. Oltre ad Hancock, saranno presenti ospiti di grande livello. Tra questi, Steve Gadd (batteria), Dan Hemmer (organo), Adam Ben Ezra (contrabbasso) e Gavino Murgia (sax). Gli oltre 30 eventi si svolgeranno su 5 differenti palchi dislocati tra il Teatro Massimo e l’Exmà.

Il programma del Festival Internazionale Jazz in Sardegna

Un’edizione unica, quella del ventennale dalla scomparsa di Alberto Rodriguez. Intellettuale, firma dell’Unione Sarda e fine conoscitore della musica jazz. Fino alla metà degli anni Ottanta è stato un fervente sostenitore del Festival Internazionale Jazz in Sardegna. A lui sono dedicate mostre fotografiche e graphic novel, che saranno presentati proprio in occasione del festival.

Herbie Hancock

Festival Internazionale Jazz in Sardegna: Herbie Hancock
Herbie Hancock

Partenza col botto, il 30 ottobre con il concerto di Herbie Hancock, leggendario tastierista e compositore americano. Con oltre mezzo di secolo di esperienza sulle spalle, ha contribuito alla diffusione del jazz nel mondo. Nel corso della sua carriera ha affiancato mostri sacri della musica, come Miles Davis, Stevie Wonder e Quincy Jones. Sul palco anche James Genus (basso), Lionel Loueke (chitarra), Terrace Martin (sax) e Vinnie Colaiuta (batteria).

Miti e divertimento funky

Il 31 ottobre si proseguirà con eventi di altrettanto rilievo. Dapprima, salirà sul palco Franco d’Andrea. Il mitico pianista sarà accompagnato dal suo ottetto e da un’esibizione dell’estroso batterista danese Han Bennink. La serata proseguirà con l’assolo di Adam Ben Ezra, giovane e talentuoso contrabbassista israeliano. Al termine, il quartetto di Gavino Murgia. Il sassofonista barbarico chiuderà la serata con del buon jazz funky.

Giovani talenti e meltin’ pot musicali

Festival Internazionale Jazz in Sardegna
Sax

La terza serata del Festival Internazionale Jazz in Sardegna sarà inaugurata dalle nuove leve del jazz. A seguire il ben più rodato trio African Sky, composto da Gavino Murgia, Majid Bekkas e Hamid Drake. Il particolare gruppo proporrà sonorità a cavallo tra musica araba, jazz, afro-americana e sarda. Concluderanno il quartetto del sassofonista israeliano Eli Degibri e il violinista uruguaiano Federico Nathan, alle prese con un progetto molto personale.

Leggende internazionali

Il 2 novembre, il festival partirà con le note delle giovani promesse del jazz: Jordan Corda, Alessandro Usai e Matteo Piras. Accompagnamento del batterista Gianni Cazzola. Il cuore della serata sarà invece occupato da un trio leggendario. Sul palco saranno infatti presenti Steve Gadd (batteria), Micheal Blicher (sax) e Dan Hemmer (organo).

Al Festival Internazionale Jazz in Sardegna, una dedica a De Andrè

Cristiano De Andre al Festival Internazionale Jazz in Sardegna
Cristiano De Andrè

Le ultime due giornate del festival saranno occupate da un evento speciale: De Andrè canta De Andrè. Ricorre infatti anche il ventennale dalla scomparsa del grande De Andrè. A rendergli omaggio sarà niente poco di meno che suo figlio Cristiano, alle prese con il suo tour di successo. Il cantautore proporrà i brani di maggior successo dal suo ultimo album Storia di un impiegato.

Andreana Perla

Autore: Andreana Perla

Nerd, gamer, divoratrice di libri e amante della scrittura.
Festival Internazionale Jazz in Sardegna: tra i big della musica ultima modifica: 2019-10-24T10:38:58+02:00 da Andreana Perla

Commenti

To Top