CULTURA

I Cavalieri Templari e il legame con Cagliari

Cagliari E I Templari

Uno dei più antichi e misteriosi ordini religiosi è quello dei Cavalieri Templari.
Ordine cavalleresco istituito per la difesa della Cristianità in Terra Santa contro l’impero islamico e collegato alle due più famose reliquie della religione cristiana: Il Santo Graal (Il calice dell’Ultima Cena) e l’Arca dell’Alleanza.

 Knights Templar Cross.svg

La nascita dei Cavalieri Templari

Tra il 1118 e il 1120 Ugo di Payns istituisce un nuovo ordine cavalleresco cristiano chiamato ‘Milizia dei Poveri Cavalieri di Cristo e del Tempio di Salomone’ abbreviato in Ordine del Tempio o Ordine dei Templari.
Secondo la tradizione, il nucleo fondatore dell’Ordine dei Templari era composto di nove cavalieri francesi che seguivano tre regole fondamentali: Castità, Povertà e Obbedienza.
Il voto di povertà lo fece divenire in poco tempo uno degli ordini più ricchi del tempo, infatti, furono anche dei potenti banchieri.

Cavalieri e banchieri

Talmente potenti che i loro maggiori clienti si trovavano nelle Corti Reali (Compresi molti Sovrani) e anche all’interno del Papato.
Ottenuto lo status internazionale come Ordine Sovrano, la cui sede era a Gerusalemme, in seguito la Chiesa riconobbe i Cavalieri Templari come Ordine religioso e Ugo di Payns divenne il primo Grande Maestro dell’Ordine.

Holy Grail Digital Art

I Cavalieri Templari e il legame con Cagliari

Nel tempo l’Ordine dei Cavalieri Templari si espanse in tutta Europa compresa l’Italia e la Sardegna. In particolare con Cagliari.
L’Ordine dei cavalieri Templari giunse a Cagliari intorno al XII Secolo in una città diversa da oggi. Anticamente la vecchia Karalis sorgeva tra lo stagno di Santa Gilla e la base del Colle. Mentre il cuore pulsante della città era nel ‘quartiere’ di Stampace.
Come consuetudine, la cittadinanza locale donò all’Ordine dei Cavalieri Templari diverse proprietà tra cui diversi vigneti.

Le tracce dei Cavalieri Templari nella antica Karalis

L’Ordine una volta insediato a Cagliari prese dimora presso il complesso religioso di San Francesco (Chiamato anche la ‘Sacra Domu’).
La struttura più importante dell’epoca situata tra il Campidoglio romano e il luogo di partenza dell’antica strada di epoca romana Karalis-Torres.
In quell’antico luogo si potevano osservare le ‘firme’ dei Cavalieri Templari. Purtroppo, come spesso accade, quando si raggiunge un potere economico come quello dei Templari si rischia di farsi dei nemici potenti come Filippo Il Bello.

Seal Of Templars

La fine dell’Ordine dei Cavalieri Templari

Il sovrano francese nel 1303 metterà in atto diversi processi basati su false accuse e nel 1312 Papa Clemente V ne decreterà la fine. A quel punto tutti beni dell’Ordine furono inglobati dalla Chiesa e dalla Corte francese.
A Cagliari le proprietà passarono nelle mani dei Francescani fino alla loro caccia dall’isola da parte degli Spagnoli (1326).
La struttura un tempo dei Templari sarà smantellata dagli spagnoli e alcune parti di esse utilizzate per l’edificazione della Chiesa di Bonaria.
Intorno al 1330, secondo alcuni documenti, la struttura di San Francesco fu risistemata e riconsegnata all’ordine dei Francescani ma poi il tempo ha cancellato il passaggio dei Cavalieri Templari a Cagliari.

Il ricordo dei Cavalieri Templari nella Cagliari moderna

I pochi resti nel tempo sono stati inglobati nei vari palazzi del Corso Vittorio Emanuele ma non tutto è stato cancellato.
L’Antico Chiostro è ancora visibile al civico 46 del Corso Vittorio Emanuele, dove ora si trova un pub, più precisamente un Wine-bar. Pub chiamato ‘La cantina dei Templari’ in ricordo dell’antico ordine cavalleresco.
Un legame con il capoluogo sardo che continua dopo secoli grazie al vino.

I Cavalieri Templari e il legame con Cagliari ultima modifica: 2019-01-04T13:00:42+01:00 da Andrea Sanna

Commenti

To Top