CULTURA EDIFICI STORICI

Il Lazzaretto. L’Antica Morte e i fantasmi di Cagliari

Lazzaretto di Cagliari

Il Lazzaretto l’Antica Morte e i fantasmi di Cagliari. Una struttura che racconta morte e disperazione e che vigila da secoli dal colle di Sant’Elia. Ecco la sua storia.

La Morte rossa aveva per parecchio tempo devastato la regione. Non si vide mai peste così fatale e orribile. Il suo emblema era il sangue — il rossore e l’orridezza del sangue. Cominciava coi dolori acuti, una vertigine improvvisa e poi uno stillazione abbondante attraverso ai pori, la dissoluzione dell’organismo.  

La Maschera della Morte rossa di E. A. Poe (1842)

Questo l’inizio del racconto di E. A. Poe ‘La Maschera della Morte Rossa’ (1842) in cui racconta il terribile flagello della peste. Anche la Sardegna conobbe questo flagello come il resto d’Europa.

Nel 1600 il primo nucleo del Lazzaretto

Ogni 30 anni si presentavano delle pestilenze e così si decise di intervenire creando un luogo dove per la quarantena per uomini e animali provenienti da Paesi a rischio pestilenza. E il luogo prescelto per la costruzione di questo particolare ricovero fu individuato sulla collina di Sant’Elia. Ideale per diversi motivi: distante dalla città, poco abitato e anche ben protetto da diverse fortificazioni sparse nella zona. La prima struttura era un lungo e stretto magazzino con due stanzette per ospitare le persone in quarantena.

Una caricatura del grande scrittore statunitense E- A. Poe. Autore di innumerevoli racconti dello orrore.
Lo scrittore E. A. Poe da YouTube

Il primo Lazzaretto luogo malsano e pericoloso

Alle volte il rimedio è più dannoso della stessa malattia, infatti, il Lazzaretto non era proprio un luogo salubre, dove poter trascorrere in tutta tranquillità la quarantena. In molti casi, molte persone entrate in buona salute, dopo qualche giorno si ammalavano e ne uscivano in posizione orizzontale.

Le modifiche per i ricchi ammalati

Se la Morte non fa distinzione, i ricchi e potenti non si mettono di certo tanti problemi. Il primo ampliamento del Lazzaretto di Cagliari fu eseguito con lo scopo di creare un reparto per ospitare i malati V.I.P. dell’epoca. Ovviamente il trattamento era più selettivo e si avevano maggiori benefici se confrontati con i comuni mortali. Negli anni la struttura del Lazzaretto subì altre ampliamenti come quello del 1720 per ordine del re Vittorio Amedeo II di Savoia. Negli anni 1835 e 1837 la struttura subì altri ampliamenti strutturali.

Un parte del Lazzaretto di Cagliari. Uno degli ingressi con l'insegna 'Lazzaretto'.
Lazzaretto di Cagliari (Fonte Vistanet)

Il Lazzaretto. l’Antica Morte e i fantasmi di Cagliari

I morti superavano i vivi. E quando accadevano, uno dei maggiori problemi era il trattamento dei cadaveri. A Cagliari si utilizzavano metodi in base al ceto sociale del defunto. Non potendoli cremare per la credenza che il fumo potesse essere causa di una maggiore diffusione della peste, si preferirono 3 soluzioni. I poveri e le persone comune erano gettati in mare. Alcuni cadaveri, a causa delle correnti marini si arenavano nei pressi della Grotta dei Colombi. E i ricchi e personaggi più in vista del periodo? Ebbene per loro una fossa comune (Dietro il Lazzaretto) e chi aveva molti soldi, anche delle tombe private.

1928-1930 e i bambini ricoverati

In quel periodo la struttura ospitò numero bambini malati di scrofolosi, una grave un’infezione delle stazioni linfonodali. Potrà sembrare macabro ma è grazie a questa vicenda che si racconta dell’infestazione della struttura da parte di un fantasma di un bambino che si diverte a giocare a calcio con un teschio.

Dal 1940 a oggi. Dal declino alla rinascita

Durante la guerra da luogo di sofferenza si trasformò in rifugio e poi successivamente in abitazioni, fino al 1965 che ne segnò il lento declino e abbandono. Il 1998 è l’anno della rinascita con un accurato restauro che lo trasformò in un museo e centro culturale che ospita ancora oggi numerose manifestazioni e mostre culturali.

Fantasma Del Lazzaretto. La foto è divisa in due parti. Una parte ritrae uno scorcio della struttura del Lazzaretto mentre nell'altra parte si vede il viso di un bambino.
La Leggenda del fantasma del Lazzaretto (Fonte Vistanet)

Fonti: Contus Antigus – Leggende e Tradizioni di Sardegna; Sito ufficiale Il Lazzaretto di Cagliari

Il Lazzaretto. L’Antica Morte e i fantasmi di Cagliari ultima modifica: 2019-07-11T17:38:58+02:00 da Andrea Sanna

Commenti

To Top