LO SAPEVI CHE

Il robot di legno a Cagliari. I post-it di turisti e passanti

Cropped Il Robot Di Legno A Cagliari.jpg

A distanza di due anni dalla sua comparsa, il robot di legno a Cagliari troneggia ancora trionfante nella pista ciclabile di via Pessagno, di fronte a turisti e passanti. E in tanti gli hanno lasciatoun libro o brevi messaggi su post-it. Nel 2017, infatti, c’è stata la curiosità del simpatico personaggio, lungo la passeggiata che dal porto arriva sino al parco di Molentargius, seguendo il canale. Per alcuni, si tratta di un guardiano a cui affidare i propri libri, a disposizione di tutti; per altri, invece, è un custode di pensieri e impressioni di turisti e visitatori della città.

Il robot di legno, in sua custodia giornalini e una rivista cinese

Sotto il ponte di via Salvatore Ferrara, tra la Fiera e il vecchio Stadio Sant’Elia, il robot di legno quasi “sorride” a chi lo guarda. Qualcuno gli ha affidato in custodia, chissà per quanto tempo, un manualetto di automobili, penne e pennarelli. Qualcun altro, ha lasciato una rivista cinese, consultabile da tutti. O perlomeno da chi conosce gli ideogrammi. Sotto l’ombra del ponte e a bordo del canale, c’è per chiunque una piccola biblioteca naturale.

Il robot fi legno a Cagliari
Il robot di legno a Cagliari, custode di pensieri in post it

A Cagliari il robot di legno, custode di pensieri di turisti e visitatori

Ma non sono solamente i libri che i passanti affidano al robot di legno. Al curioso “Pinocchio” sono in tanti a lasciare un pensierino o un saluto in post it viola. E le impressioni sono le più varie. “Salumi da Sassoferrato” recita il bigliettino lasciato dal simpatico turista marchigiano. Altri, invece sembrano essere più profondi e lasciano scritto “Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”.

Il robot di legno a Cagliari, canale
Il robot di legno a Cagliari, a bordo del canale lungo la pista di via Pessagno.

I ricordi del Vasco Day e le “massime” dei passanti

Al robot di legno sono affidate anche le impressioni sulla due giorni di Vasco dello scorso giugno. “Sì, stupendo” recita il post-it lasciato da tre turiste romane che un mese fa hanno attraversato il Tirreno per vedere il loro idolo. E ancora, c’è chi si lascia andare a qualche diversa considerazione, del tipo “Volevamo andare al caffè etnico, abbiamo trovato un uomo di legno. Bene ma non benissimo”. Altri invece regalano “perle di saggezza” a chiunque capiti a tiro come a d esempio “Cogli l’attimo e si’ felice”.

Gianmarco Cossu

Autore: Gianmarco Cossu

Cagliaritano verace e insegnante. Per passione. Perché se non ce l’hai, questo lavoro non lo fai. Amante della lingua araba, dell’Islam, della saggistica politica e dei film d’epoca. Giornalista? No, solamente “uno che va raccontando i fatti degli altri”.
Il robot di legno a Cagliari. I post-it di turisti e passanti ultima modifica: 2019-07-30T16:59:09+02:00 da Gianmarco Cossu

Commenti

To Top