MITI E LEGGENDE

Mariette la piccola inquieta di Viale del Fossario

Viale Del Fossario

Mariette la piccola inquieta di Viale del Fossario continua la sua eterna ricerca di pace dopo la morte. Un altro fantasma che infesta le vie del capoluogo sardo. Un racconto ideale per festeggiare l’ultimo giorno di ottobre e al tempo stesso per conoscere un po’ di più il lato oscuro della nostra città.

Mariette la piccola inquieta di Viale del Fossario

Le vie di Cagliari nascondono presenza oscure e pericolose ma anche entità benevole in cerca dell’eterna salvezza. Non è raro sentire racconti sui fantasmi o luoghi infestati. Ad esempio, troviamo l’anima tormentata dell’ultimo boia di Cagliari oppure gli ‘inquilini’ del Lazzaretto o del Cafè Svizzero in centro a Cagliari. E troviamo anche la piccola Mariette che vaga da secoli per le vie del centro storico cagliaritano.

Mariette la piccola inquieta di Viale del Fossario. Cimitero Monumentale di Bonaria Cagliari. In primo piano una tomba raffigurante un bambino che bacia la madre morente.
Tomba del Cimitero Monumentale di Cagliari

Mariette in cerca della pace eterna

Non avrei dovuto trattenermi in quel locale ma mi stavo divertendo troppo e poi era il compleanno di Luisia, e sarebbe stato sgarbato andare via prima della fine. Di sicuro non avrei dovuto mischiare birra e vino, dannazione a me. Quasi non mi reggo in piedi. Forse ripensando avrei dovuto accettare il passaggio da Antonio e da sua moglie ma il danno e fatto e poi sono sicuro che l’aria fresca e pungente, oltre la camminata mi aiuteranno a smaltire i fumi dell’alcool. E non abito di certo dall’altra parte del mondo.

“Scusi signore”. Una vocina infantile risuonò nella testa. La sbornia fa questi effetti.

“Scusi signore”. Di nuovo quella vocina accompagnata questa volta da un lieve strattone alla giacca.

“Dannazione… sei una… ma…”. Quasi ci resto secco.

“Scusi signore”. Eccola di nuovo. La via poco illuminata non mi ha fatto scorgere la piccola interlocutrice ferma davanti a me con il suo fare innocente. Ma da dove è sbucata?

“Scusi signore”

“Dimmi tutto piccola. Per caso ti sei persa? Stai cercando i tuoi genitori?”. Cosa ci faceva in giro a quell’ora tarda a Cagliari una bambina di 3 anni?

“Avreste da darmi una tazza di latte caldo?”. Forse era sotto shock. Forse era scappata da casa. Di sicuro aveva bisogno di aiuto.

“Una tazza di latte? Ascolta come ti chiami? I tuoi genitori dove sono? Sai dirmi dove abiti?”. Prendo il cellulare e… sparita!

Questo potrebbe essere uno dei tanti avvistamenti della piccola anima inquieta. I racconti sono tutti concordi nel riferire della sua strana richiesta di una tazza di latte caldo. Oltre alle sue apparizioni e sparizioni misteriose.

Mariette la piccola inquieta di Viale del Fossario. In primo piano uno scorcio di Cagliari di notte con zucche sorridenti, fantasmi e ragnatele in perfetto stile Halloween. Fantasmi A Cagliari (fonte Karalis Eventi)
Fantasmi a Cagliari (Fonte Karalis Eventi)

Mariette la piccola inquieta di Viale del Fossario ritrovata nel 1906

La vicenda della piccola Mariette risale al 1906 durante i lavori di demolizione dei resti della Chiesa di Santa Caterina. Durante questi lavori, gli operai incaricati trovano durante gli scavi una piccola cassa. Quella cassa conteneva il corpicino di una bambina. Accanto fu ritrovata anche una lapide con la dicitura in francese: “Ici repose Mariette De Stamand nee a Milan le 15 decembre 1856 – Morte a Cagliari le mars 1859” (Qui riposa Mariette De Stamand nata a Milano il 15 dicembre 1856 – Morta a Cagliari nel marzo 1859).

Il riposo eterno nel Cimitero Monumentale di Bonaria

Adesso la piccola riposa presso il Cimitero Monumentale di Bonaria. Quello che però ha fatto parlare fu lo stato del corpo quando fu rinvenuto dagli operai. Secondo le testimonianze dell’epoca, la bambina indossava un abito bianco con rose rosse come decorazioni e calze bianche con la punta verde. Il medico legale attestò l’ottimo stato di conservazione, forse a causa di un trattamento d’imbalsamazione molto diffuso per il periodo tra le famiglie agiate.

Mariette la piccola inquieta di Viale del Fossario (fonte Metropolitan Magazine)
Mariette la piccola inquieta di Viale del Fossario. (Fonte Metropolitan Magazine)

Viale del Fossario. La fossa comune cittadina

Nelle vene di Viale del Fossario hanno trovato l’ultima dimora migliaia di cagliaritani, in particolare durante le grandi epidemie che hanno sconvolto il capoluogo sardo. Il Fossaro un luogo di morte e di mistero che incuteva il terrore anche ai più coraggiosi. Mentre i ‘fossori’ aveva il compito di dare l’ultima sepoltura alle sfortunate vittime delle pestilenze.  Inoltre, i più scaramantici evitavano accuratamente di passare in quella particolare via cittadina.

Mariette la piccola inquieta di Viale del Fossario ultima modifica: 2019-10-31T09:00:18+01:00 da Andrea Sanna

Commenti

To Top