I CAGLIARITANI RACCONTANO CAGLIARI

itCagliari

LUOGHI DI RITROVO PASSEGGIANDO

Mercatino di viale Trento, affari e “pacchi” domenicali a Cagliari

Mercatino Di Viale Trento - bancarelle - persone

Il mercatino di viale Trento, a Cagliari una delle mete domenicali più gettonate. Alle porte di Sant’Avendrace in tanti si aggirano alla ricerca dell’affare, cercando di evitare il “pacco” sempre in agguato

Un appuntamento settimanale che per i cagliaritani rappresenta quasi un rito sacro da rispettare con devozione. Il mercatino di viale Trento è forse la meta tra le preferite, nelle mattine domenicali, quando il sole viene in visita in città o le nuvole non rendono poi così piacevole il Poetto. Finita l’epoca del Bastione, con i suoi “usati sicuri”, da anni il regno degli affari low cost per i cagliaritani è alle porte di Sant’Avendrace. E allora, tra una bancarella e altra, dalla piazza Sorcinelli è impossibile andare via senza una busta con questo libro o quel vestito. E a volte gli affari, o i “pacchi”, si consumano nel rapido scambio di poche battute, semplici ma efficaci: « Quant’è? Sto andando a pranzo, do tutto a metà prezzo».

Il Mercatino Di Viale Trento 2
Il mercatino di viale Trento, gli affaristi della domenica cagliaritana.

Al mercatino di viale Trento,  una passeggiata fra tendoni e tappeti

Una bella passeggiata e neanche ci si accorge di essere arrivati. Per il mercatino di viale Trento infatti basta percorrere tutto il corso Vittorio Emanuele, con i suoi negozi e locali, sino al piazzale antistante il palazzo della Regione; oppure, lungo la viale Trieste, che con i suoi alberi rende meno torride le mattine estive. E allora eccole lì, bancarelle circondate da curiosi  e tappeti carichi di mercanzia di vario tipo. C’è chi addirittura fa man bassa un po’ di tutto. E se non funziona? Pazienza, tanto è costato poco.  

Il Mercatino Di Viale Trento

Di tutto e di più in viale Trento

C’è di tutto e di più al mercatino di viale Trento. E all’arrivo, non sai mai quando si potrebbe andare via. C’è da passare infatti intere mattinate, tra vestiti, prodotti per la casa e “chincaglieria” comunque bella. C’è addirittura chi ci trova pezzi di elettronica o ricambi d’automobile. E gli orologi usati o di imitazione sono immancabili. A qualcuno va bene, a qualcun altro invece il tempo di passare da Natale a Santo Stefano e già si deve buttare l’acquisto. E così i parcheggi degli impiegati regionali si trasformano nel weekend in agorà di eterne contrattazioni: «Questo? Troppo caro, il tuo collega lo dà a meno. Vado da lui». Una strategia di marketing che con qualcuno ha pure successo.

Il Mercatino Di Viale Trento

L’angolo degli intellettuali in piazza Sorcinelli

Li si vede un po’ ovunque nella piazza Sorcinelli e nelle vie limitrofe. I tappeti ricchi di libri infatti sono la vera essenza del mercatino di viale Trento. Non c’è nessuno che non si fermi a curiosare e a sfogliare quelle vecchie pagine ingiallite di testi dimenticati, tesoro imperdibile per i “topi da biblioteca” che ogni domenica trovano nuova linfa. Ci sono i classici, certo, intramontabili, neanche a dirlo. O libri di storia sarda. Ma anche qualche romanzo di autori semisconosciuti o riviste di altri tempi, a volte a prezzi che è quasi peccato non portarli via.

Il Mercatino Di Viale Trento

Celò, celò, mi manca. Il “calciomercato” sotto gli alberi a Sant’Avendrace

Celò, celò, mi manca. Per Ronaldo voglio ne voglio almeno dieci. In viale Trento il “calciomercato” è così, semplice e schietto. E i collezionisti delle figurine lo sanno bene e tutti si danno allora appuntamento al mercatino con un solo obiettivo: completare l’album prima degli altri. Davanti al lungo tavolo studiano con cura ciò che serve per la loro collezione e propongono lo scambio. Se tutto va bene, ci si ritrova con Higuain in tasca o Handanovic nel borsello. Un’altra domenica è andata.  

Mercatino di viale Trento, affari e “pacchi” domenicali a Cagliari ultima modifica: 2020-02-07T12:10:00+01:00 da Gianmarco Cossu
To Top