LUOGHI DI RITROVO

Mercato di San Benedetto: il mercato coperto più grande d’Italia

Cropped Pescato Del Giorno.jpg

Con i suoi 8000 mq, il Mercato di San Benedetto è il mercato civico coperto più grande d’Italia e uno dei più estesi in Europa. Diviso in due piani, ospita oltre 200 espositori. L’intero piano terra è dedicato al reparto ittico, rinomato in tutto il paese. Al piano superiore, invece, sono situati i banchi ortofrutticoli e della carne. L’ambiente nel suo complesso è piacevolmente caotico, ricco dei colori e dei profumi della Sardegna.

La storia

Il Mercato di San Benedetto nasce il 1° giugno 1957. Prende il posto del vecchio Mercato del Largo (su Mercau Becciu), divenuto oramai inadeguato.
Nei suoi primi trent’anni di attività, il mercato attraversa un vero e proprio periodo d’oro. Diventa in breve il punto di riferimento di tutte le famiglie cagliaritane.

L'ingresso del Mercato di San Benedetto
Ingresso del Mercato (fonte: Comuni24Ore)

Sul finire degli anni ’80, tuttavia, inizia ad accusare la presenza dei nuovi centri commerciali. Nelle periferie si stabiliscono i grandi ipermercati, e nel centro fioriscono le piccole catene di supermercati locali. A questo, si aggiungono le sempre più evidenti carenze strutturali e sanitarie dell’edificio. Per ovviare a ciò e rendere il mercato più competitivo, alla fine degli anni ’90 si optò per un rinnovo generale. I lavori avevano come fulcro la messa in opera di nuovi impianti elettrici, idraulici e di condizionamento. In via eccezionale, in tale periodo gli espositori si stabilirono in apposite strutture esterne.

Il Mercato di San Benedetto dispone ora di 8000 mq di spazi suddivisi tra esercenti e servizi vari. Gli operatori sono ben 238 e provengono perlopiù da famiglie che da oltre cinquant’anni si dedicano alla vita del mercato. I prezzi concorrenziali, unita alla varietà e alla garanzia del km0, ne fanno un luogo molto amato di Cagliari.
Il mercato non è però solo un luogo funzionale per l’acquisto di beni di qualità. In epoca recente si è infatti trasformato in un sito dal grande richiamo turistico. Non a caso, è il luogo ideale per approcciarsi tanto ai prodotti tipici sardi quanto al temperamento dei cagliaritani.

Come è strutturato il Mercato di San Benedetto

Visto il grande assortimento di prodotti isolani, il mercato può esser considerato come fiera permanente di prodotti sardi.
Come accennato, il mercato civico è diviso in due piani.
Il piano terra è interamente dedicato ai prodotti ittici. Per quantità e varietà, è considerato uno dei mercati del pesce più importanti d’Europa. La proposta dei banchi è quanto di meglio si possa trovare nel mare sardo. Bottarga, spigole, orate, cozze e arselle veraci, solo per nominarne alcuni. Oltre ai prodotti classici, gli espositori si sono anche adeguati ad usi più moderni. Ecco quindi che appaiono anche prodotti da asporto, street food e l’immancabile sushi.

Mercato di San Benedetto -Un espositore di formaggi e salumi
Banco di formaggi e salumi

Al primo piano è possibile trovare circa 70 concessionari ortofrutticoli e 50 dedicati a carni di tutti i tipi. Ampio spazio è dedicato ad alimentari di altro genere, come salumi, formaggi e vini. A completare il quadro, panetterie, dolci e bar.
All’esterno del Mercato di San Benedetto, troviamo invece un gran numero di bancarelle. La vendita spazia dagli utensili da cucina a piante e fiori, fino all’abbigliamento.

Andreana Perla

Autore: Andreana Perla

Nerd, gamer, divoratrice di libri e amante della scrittura.
Mercato di San Benedetto: il mercato coperto più grande d’Italia ultima modifica: 2019-06-27T09:45:50+01:00 da Andreana Perla

Commenti

To Top