EDIFICI STORICI

Palazzo De Candia racconta Mario De Candia

Palazzo DeCandia

Il celebre tenore  Mario De Candia (nome d’arte di Giovanni Matteo De Candia) non dimenticò mai la sua città natale, Cagliari. Le sue spoglie mortali riposano nella cappella della Famiglia De Candia presso il Cimitero Monumentale di Bonaria, come espresso nelle sue ultime volontà.
A Cagliari, nel quartiere di Castello, più precisamente in Via Dei Genovesi, possiamo inoltre ammirare l’ex casa privata della Famiglia De Candia.

Palazzo DeCandia

Palazzo De Candia racconta Mario De Candia

Una casa descritta da Canonico Giovanni Spano nella sua ‘Guida di Cagliari e dei suoi dintorni’ (1856) “Tra le più eleganti della città”. Palazzo De Candia è situato nel tratto iniziale di Via Dei Genovesi a qualche metro di distanza dal Bastione di San Remy”.
La costruzione dovrebbe risalire alla metà del XIX Secolo su di un modesto edificio preesistente. Si ipotizza che l’artefice dell’intera struttura sia l’architetto cagliaritano Gaetano Cima, anche se non si è trovata nessuna traccia tra le varie carte private del Cima.
A questo punto si pensa che dietro alla realizzazione del Palazzo De Candia ci sia il fratello del grande tenore, l’ingegnere Carlo De Candia.

Palazzo DeCandia

Un palazzo d’epoca conosciuto da pochi

La sua facciata neoclassica è riconoscibile a tutti ma in pochi ne conoscono la storia che nasconde al suo interno. L’edificio si sviluppa in quattro piani.
Il piano terra e la cantina con una finestra balconata situata in Via Università sono semplici e anonimi, poiché destinati a locali di sgombero.
Entrando nell’androne principale possiamo, invece, ammirare una grande vetrata colorata che illuminata a giorno tutto l’ambiente, arredato con mobili d’epoca e meravigliosi specchi.
Fiore all’occhiello dell’androne è la fontana del 1800. Il primo piano è quello denominato padronale, dove l’intera famiglia De Candia trascorreva la sua vita sociale. Arredato con affreschi e dipinti murali presenti nei soffitti e nelle pareti, rivela l’accuratezza e l’eleganza degli appartamenti privati.

Palazzo DeCandia

Dalla Famiglia De Candia alla famiglia Imeroni Inserra

La Famiglia De Candia abitò quel palazzo fino al 1898, quando fu venduto dagli eredi all’avvocato Francesco Muntoni per poi passare in affitto a un ordine religioso.
Nel 1968 il Palazzo De Candia trovò nuovamente una nuova proprietaria in Benedetta Imeroni Inserra che durante la tradizionale sfilata di carnevale Sa Ratantira, apriva i saloni del Palazzo alle varie maschere.

Palazzo DeCandia

Palazzo De Candia oggi: un lussuoso centro turistico

Adesso la gestione di Palazzo De Candia è curata dalla società Visi S.r.l. che l’ha trasformato in un lussuoso centro turistico.
Nel Palazzo De Candia si possono organizzare matrimoni, feste private e meeting. Inoltre è possibile affittare (Contratto minimo di 6 mesi) due monolocali indipendenti con tutti i confort e con la vista unica su Cagliari, grazie alla meravigliosa terrazza.

Palazzo DeCandia

Mariò De Candia decise il destino del Palazzo da Parigi

L’acquisto e i costi per la ristrutturazione del Palazzo furono interamente a carico del tenore De Candia (1846). Durante il suo esilio parigino, inviò al fratello la somma necessaria per acquistare la proprietà con dettagliate istruzioni per l’atto di vendita.
Giovanni Matteo De Candia continuò da Parigi a inviare arredi, oggetti preziosi acquistati durante i suoi tour in Europa per arredare la nuova casa di famiglia.

Giovanni Matteo De Candia

Il tenore De Candia e il destino beffardo

In una lettera alla madre, scrive: “La carta è allegrissima: fondo satinato con foglie e fiori di un gusto squisito e per questa vi è la cortina simile alla tappezzeria” (La Lettera è conservata presso la Galleria Comunale d’Arte di Cagliari). Il fato volle che Mariò De Candia non abitasse mai nel Palazzo De Candia che porta il suo cognome e racconta la sua storia personale.

Palazzo De Candia racconta Mario De Candia ultima modifica: 2019-02-06T20:16:10+02:00 da Andrea Sanna

Commenti

To Top