NATURA

L’Orto Botanico di Cagliari. Tra natura e archeologia

Orto Botanico Di Cagliari 98

18187,18181

Vuoi aggiungere delle "Foto" a questa sezione? Aggiungi

Non solo mare e spiaggia. Le zone verdi nel capoluogo sardo non mancano e la più antica di queste è un piccolo gioiello. L’Orto Botanico è l’antico polmone verde di Cagliari.
L’attuale struttura si trova in Viale Sant’Ignazio da Laconi, ma il suo progenitore si trovava nel quartiere di Villanova nella zona chiamata Su Campu De Su Rei (Campo del Re).

Piante Grasse

1761 il primo tentativo di Orto Botanico

Il primo tentativo di realizzazione risale agli anni 1761-1763 per opera del Professor M.A. Plazza, medico chirurgo e botanico. La manodopera per la costruzione fu affidata ai detenuti del Bagno Penale di San Bartolomeo, però anno dopo anno i costi aumentarono vertiginosamente, costringendo il Governo a sospendere il progetto.
Il progetto venne abbandonato definitivamente dopo la scoperta che il terreno scelto non era adatto alla coltivazione.

Cinquantanove anni di sospensione

L’idea dell’Orto Botanico riprese corpo nel 1820. Anno in cui fu individuato il terreno adatto nella Valle di Palabanda. Nel corso degli anni cambiò spesso proprietario. Nel XVI secolo il terreno è donato dal Re Filippo II di Spagna al medico Porcell come ringraziamento per i suoi servizi resi alla Corona, poi subentrò l’Ordine dei Gesuiti. Cacciati dal Regno di Sardegna nel 1778, la proprietà fu assorbita dal Patrimonio Reale.

800px Orto Botanico Di Cagliari 36

1863: nasce l’Orto Botanico di Cagliari

Dopo molte vicissitudini la zona fu abbandonata e trasformata in una discarica. La svolta nel 1851 quando la Reale Università, su indicazione del Professor Meloni Baille, acquistò la proprietà e sette anni dopo ne avviò la destinazione a Orto Botanico. Il via libera ministeriale arrivò nel 1863, dieci anni dopo la progettazione da parte dell’Architetto Gaetano Cima.
I lavori incominciarono nel 1864 per terminarsi due anni dopo. L’Orto Botanico è inaugurato il 15 novembre del 1866 dal Professor Patrizio Gennari, autore della prima ‘Guida dell’Orto Botanico della Regia Università di Cagliari”.

Il periodo bellico e i bombardamenti del 1943

Il periodo bellico della Seconda Guerra Mondiale mise in serio pericolo la stessa esistenza dell’Orto Botanico. Infatti, durante i bombardamenti nel febbraio 1943 l’Orto subì ingenti danni al suo patrimonio vegetale. Fortunatamente, le autorità trasferirono a Ghilarza (prov. Oristano) la biblioteca e l’erbario, salvandoli dalla distruzione.

Orto Botanico Di Cagliari 15

Anni ’80 il declino

Dal dopoguerra agli anni ’80, la struttura andò avanti tra periodi altalenanti. Dal 1989 al 1993 il periodo più nero. In quel periodo restò senza guida e con pochi finanziamenti che misero a dura prova l’intero Orto Botanico.

Anni ’90 la rinascita

Solo a metà degli anni ’90 (fino al 2005) abbiamo una rinascita dell’Orto Botanico con la ristrutturazione delle numerose costruzioni presenti: Orto dei Semplici (1996); Serra Martinelli (1997); Cupola e ingresso della Grotta Gennari (1998); Fontana Pampanini (1998); Cava Romana (1996); Serra D’Amato (2002); Centro Conservazione Biodiversità (2003); Roccaglie delle Biodiversità (2004) e il Museo Botanico (2008).

Ortobotanico2

L’Orto Botanico di Cagliari. Tra Natura e Archeologia

Il giardino botanico (51mila metri quadri) sorge in un’area archeologica che è compresa tra l’Anfiteatro Romano, l’Orto dei Cappuccini e i resti romani della Villa di Tigellio. Inoltre nell’Orto Botanico sono presenti 3 cisterne di epoca romana e un pozzo più recente. L’area poi ha la forma di un trapezio scaleno che si estende per una lunghezza di circa 300 metri per una larghezza di 150 metri.

Curiosità

Tra il 1925 e il 1926 la Professoressa Mameli-Calvino, madre dello scrittore Italo Calvino, fu la direttrice dell’ Orto Botanico di Cagliari

800px Orto Botanico Di Cagliari 48

Informazioni  Orto Botanico

Indirizzo: Viale Sant’Ignazio da Laconi 11 – 09123 Cagliari
Ingresso Orto Botanico: +39 0706753512
Museo Botanico e Visite guidate: +39 0706756520
Informazioni generalihbk@unica.it
Prenotazione visite guidate e laboratori didattici: ortobotanico@unica.it
Banca del Germoplasma della Sardegna: bg-sar@unica.it

Orari Orto Botanico

APRILE-OTTOBRE (ORA LEGALE)
Dal martedì alla domenica h. 9:00-18:00
lunedì: chiuso
Visite guidate su prenotazione (min. 10 persone) festivi e feriali (lunedì incluso)

NOVEMBRE-MARZO (ORA SOLARE)
Dal martedì alla domenica h. 9:00-14:00
lunedì: chiuso
Visite guidate su prenotazione (min. 10 persone) festivi e feriali (lunedì incluso)

Tariffe Orto Botanico

Intero: € 4,00 (Ingresso); € 6,00 (Ingresso + visita guidata Orto); €8,00 (Ingresso+visita guidata Orto e Museo); € 10,00 (Ingresso + visita guidata + Museo e Banca Germoplasma).
Ridotto: € 2,00(Ingresso); € 3,00 (Ingresso + visita guidata Orto); € 4,00 (Ingresso+visita guidata Orto e Museo); € 5,00 (Ingresso + visita guidata + Museo e Banca Germoplasma).

ABBONAMENTI: Mensile € 20,00 (intero) € 10,00 (ridotto) Annuale € 60,00 (intero) € 30,00 (ridotto) Famiglia mensile (max. 5 persone) € 40,00 Famiglia annuale (max. 5 persone) € 120,00

TESSERE: Sostenitore € 400,00 (intero) € 200,00 (ridotto) una tantum Amico dell’Orto € 200,00 (intero) € 100,00 (ridotto) una tantum

 

L’Orto Botanico di Cagliari. Tra natura e archeologia ultima modifica: 2018-11-13T16:50:39+00:00 da Andrea Sanna

Commenti

To Top