STORIA

Cagliari: una città dalla storia millenaria

Storia Di Cagliari

La storia di Cagliari è lunga da raccontare, quanto affascinante. Una storia millenaria che deve la sua evoluzione ai vari popoli che l’hanno depredata e amata. Considerate che Nuragici, Fenici, Cartaginesi, Romani, Bizantini, Pisani, Aragonesi, Catalani, Spagnoli e Piemontesi si sono susseguiti sull’Isola lasciando tracce indelebili anche in città. I vicoli pittoreschi, le aree archeologiche a cielo aperto, le chiese, gli edifici storici, le mura simboleggiano epoche e genti del Mediterraneo.

Civiltà nuragica

La fondazione della città di Caralisè legata al mito greco di Aristeo. Già dal 1600 al 700 a.C., nell’Età del bronzo ci i sono testimonianze che identificano la civiltà pre e nuragica vissuta sull’Isola. Ci sono circa 8000 nuraghi disseminati in tutta l’isola, costruzioni in pietra dalla forma conica, uniche nel loro genere e simbolo della Sardegna. Vicino Cagliari si trova su Nuraxi Janna, un nuraghe strategico sul golfo.

Nuraghe

Su Nuraxi Janna, Quartu Sant’Elena (CA)

Le origini fenice e cartaginesi della città

Il primo nucleo urbano di fondazione fenicia, risale almeno al sesto secolo a.C. I cartaginesi proseguirono a definirne il tessuto. La città però fiorì ed ebbe un mutamento profondo nel suo assetto solo nella successiva epoca romana, a partire dal 238 a. C. In questa epoca, si utilizzarono le basi avviate dai cartaginesi, ma dobbiamo ai romani gli acquedotti, piazze e vie, passeggiate, magazzini per il sale e il grano e le nuove necropoli.

La città dei sette colli

Cagliari si estende lungo la costa. Come Istanbul, Lisbona e Roma, il capoluogo sardo venne costruita su sette colli che danno il nome ad altrettanti quartieri cittadini. L’intuizione di utilizzare i colli come fortificazione alla città venne ai pisani che, nel 1258, ebbero la meglio su Genova per il suo dominio. Inoltre, durante questo periodo, venne realizzata una cerchia di mura  che isolò l’attuale quartiere di Castello. Successivamente anche la Marina, Stampace e Villanova vennero fortificate.

Bastione

Bastione di Saint Remy, costruito alla fine del 1800 sulle mura antiche della città, risalenti agli inizi del 1300.

La dominazione spagnola

Quando arrivarono gli aragonesi, i pisani costruirono la torre di San Pancrazio e la torre dell’Elefante, per rinforzare le mura di Castello. Nel 1324 si videro comunque costretti ad abbandonare l’isola che passò al dominio spagnolo.
Gli Aragonesi costruirono il santuario della Madonna di Bonaria, primo edificio gotico-catalano nella storia di Cagliari e della Sardegna intera. Il potere iberico durerà fino ai primi del Settecento.
Durante questo periodo, vennero istituiti i gremi che riunivano persone che svolgevano il medesimo mestiere, sotto la protezione di un santo.

I Savoia e il Regno di Sardegna

Con la guerra di successione in Spagna, finisce anche la dominazione in Sardegna che passerà ai Savoia nel 1718. La lingua spagnola rimane la lingua ufficiale delle autorità. In questo periodo Cagliari troverà nuovo sviluppo anche nell’architettura, le mura e la cinta bastionata raggiungeranno la massima espansione.
I sardi chiedevano un rappresentante nel parlamento del regno. Questa richiesta venne rifiutata e i sardi insorsero contro i Piemontesi. Questo episodio viene celebrato il 28 aprile come Sa die de sa Sardinia.
Il regno di Sardegna organizzato dall’ordinamento giuridico dello Statuto Albertino, conobbe un fiorente periodo dal 1861, con l’Unità d’Italia.

Un Giorno A Cagliari

Fino ai giorni nostri

 

Molti edifici importanti in stile liberty e classico vennero costruiti alla fine dell’800. La storia di Cagliari, tuttavia, è legata anche alla guerra. Durante il secondo conflitto mondiale, infatti, la città subì numerose ferite, ma l’animo, la volontà e le mani dei sardi la ricostruirono in pochi anni.
Dal 1948, Cagliari è il capoluogo della Regione Autonoma della Sardegna e fulcro di una moderna città metropolitana, che non dimentica le sue radici e convive con il suo passato.

Elena Muscas

Autore: Elena Muscas

Scrivo e fotografo da quando io ricordi. Ho una passione sfrenata per i viaggi (responsabili). Viaggio per vedere il mondo con i miei occhi, raccogliere sorrisi e avere storie infinite da raccontare. Amo le isole, le tradizioni popolari e il mare. Per questo ritorno sempre a casa.

Cagliari: una città dalla storia millenaria ultima modifica: 2018-10-04T11:39:34+00:00 da Elena Muscas

Commenti

To Top