LO SAPEVI CHE

“Travolti da un insolito destino”: la passione nelle spiagge sarde

Travolti da un insolito destino, Giannini e Melato

Telecomando in mano, stasera fate zapping sul divano. In tv un capolavoro tutto estivo con Giancarlo Giannini e Mariangela Melato tra le più belle spagge sarde.

Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto e 45 anni fa la Sardegna porta in scena alcune delle sue spiagge più belle. Nel 1974, infatti,  spopola nei cinema il capolavoro di Lina Wertmüller, che vede una straordinaria interpretazione di Giancarlo Giannini insieme a Mariangela Melato. Una commedia, quella scritta dalla regista romana, tra il drammatico e l’erotico-sentimentale, che racconta un conflitto di classe, ma anche una sfrenata passione fra una borghese e un proletario. E la Sardegna non poteva che assurgere al ruolo di teatro paradisiaco di questo folle amore.

Giancarlo Giannini e Mariangela Melato, il rozzo siciliano e la ricca borghese

In Travolti da un insolito destino c’è una borghese snob, Raffaella Pavone Lanzetti, che ama il lusso e le vacanze in yacht. Ma la donna adora altrettanto eccessivamente anche il suo status sociale e non perde occasione per umiliare i suoi “sottoposti”. Tra questi c’è Gennarino Carunchio, un rozzo marinaio siciliano e comunista insofferente agli agi dei ricchi turisti. Sarà il destino a unirli. I due, a causa di un guasto al motore della nave, naufragheranno insieme su un’isola deserta del Mediterraneo. È qui che Raffaella ha bisogno di Gennarino e ne diventa schiava. Sviluppando una passione travolgente.    

Travolti da un insolito destino, attori, mare
Travolti da un insolito destino, Giannini e la Melato in una scena el film. Sullo sfondo, il mare di Sardegna. (fonte il Sussidiario.net)

“Travolti da un insolito destino”, la Sardegna terra di passione

La Sardegna diventa così luogo di approdo dei due naufraghi e terra di passione (sul set, si intende) per Giannini e la Melato. Nell’Isola i ruoli si invertono e la padrona diventa schiava, per ironia del destino,  di chi ha disprezzato poco tempo prima. E nelle spiagge sarde allora tutto è vissuto come un sogno a occhi aperti, cosicché l’amore diventa sempre più travolgente. Sarà, forse, il ritorno alla civiltà a ripristinare la situazione di origine.

Scorci di Sardegna in “Travolti da un insolito destino”

La Sardegna sale in scena in tutto il suo splendore in “Travolti da un insolito destino”. In questo capolavoro del cinema riproposto ogni estate in tv le scene sono girate nella costa orientale isolana. Tra le spiagge più note dagli amanti delle vacanze in Sardegna, si riconoscono quelle di Cala Fuili di Dorgali e Cala Luna, quest’ultima vicino a Baunei. Insieme a queste ci sono anche le dune di Capo Comino, nella zona di Siniscola. Senza dimenticare la scena del commiato finale, ambientata del porto di Arbatax.

Travolti da un insolito destino, attori, mare, spiaggia
Mariangela Melato e Giancarlo Giannini in una scena del film (fonte Wikipedia).

 Sandro Giacobbe canta l’amore tra i protagonisti

A cantare questo amore inusitato tra i protagonisti della pellicola di Wertmüller ci pensa Sandro Giacobbe. Il sogno è alimentato dalle notte di Signora mia, ovvero niente di più appropriato per raccontare una storia d’amore lontana e impossibile. E chi osserva non può fare a meno che abbandonarsi al sogno d’estate, anche se solo per pochissimi 125 minuti.      

Gianmarco Cossu

Autore: Gianmarco Cossu

Cagliaritano verace e insegnante. Per passione. Perché se non ce l’hai, questo lavoro non lo fai. Amante della lingua araba, dell’Islam, della saggistica politica e dei film d’epoca. Giornalista? No, solamente “uno che va raccontando i fatti degli altri”.
“Travolti da un insolito destino”: la passione nelle spiagge sarde ultima modifica: 2019-08-26T10:13:19+02:00 da Gianmarco Cossu

Commenti

To Top