Diccius, 12 proverbi sulla bocca e nel cuore dei cagliaritani - itCagliari

itCagliari

CULTURA MEMORIA

Diccius, 12 proverbi sulla bocca e nel cuore dei cagliaritani

una porta e una finestra di legno in una casa antica di granito Diccius Sardi

Rime, metafore, paragoni, toni giocosi: la saggezza popolare si esprime in modo semplice e chiaro. Persino ironico. I diccius, i modi di dire e proverbi della tradizione sarda sono perle di conoscenza tramandate oralmente di generazione in generazione. Forse è per questo che non passano mai di moda e non temono la modernità. Utilizzati nella vita pratica di tutti i giorni sono in grado di raccontare la filosofia di vita dell’intera regione.

un dettaglio di una mano di un omo vesto in abito tradizionale chi impugna un bastone Diccius Sardi
La saggezza popolare dei sardi si esprime attraverso i diccius foto pubblico dominio

Proverbi sardi: patrimonio di un intero popolo

Come un’abile poeta, il popolo è riuscito a racchiudere in poche parole millenni di esperienza diretta nei diversi ambiti della vita. I diccius non hanno autore, né data di creazione, ma restano un punto di riferimento importante, fonte di consigli, rimproveri o insegnamenti. Bandito lo stile ricercato o solenne a favore di toni coloriti e schietti, la forza dei diccius sta proprio nell’affrontare in maniera concreta le situazioni quotidiane.

I diccius nella parlata cagliaritana

Diffusi in tutta l’isola, i diccius continuano ad essere usati anche tra i cagliaritani, sia che si parli in sardo, che in italiano. Si insinuano nel discorso per la loro immediatezza dimostrando di valere più di mille parole. Ne abbiamo selezionati 12 tra i più celebri e amati in città:

una via del centro storico di cagliari con il dettaglio di una abitazione e le piante in basso a sinistra Diccius Sardi (3)
La parlata dei cagliaritana è ricca di proverbi e modi di dire della tradizione foto pubblico dominio

Diccius, proverbi e modi di dire: l’elenco

No du bollu biri mancu pintau – Oltre a non volerci avere nulla a che fare, sarebbe seccante vederlo raffigurato persino in un dipinto!

Andai a mari e non agattai mancu aqua – Perfetto per prendere affettuosamente in giro anche i membri della propria famiglia. Oggetti a prima vista semplici da trovare che non si trovano. Allo stesso modo, se andasse al mare non troverebbe neanche l’acqua!

Pottai is manusu de arrescottu – Morbida e cremosa, la ricotta non è famosa per la sua compattezza. Una similitudine perfetta per descrivere quelle persone che non hanno una presa solida e a cui cade tutto: hanno le mani di ricotta.

Bolliri tottu, pani e gorteddu – Uno dei diccius provenienti dalla cultura contadina, dove il pane è la base dell’alimentazione, essenziale per la sussistenza della famiglia. E così davanti a una persona pretenziosa il paragone è facile: vuole tutto, pane e coltello.

Pira cotta e pira crua d’ognunu a domo sua – Una rima baciata e un unico messaggio: è tempo di rientrare ognuno a casa propria, perché si è fatto tardi o la serata è finita.

In domu de ferreri, scidonis de linna – E’ considerata una verità universale e valida in tutti i tempi: dove c’è un mestiere o un’abilita per fare o sistemare una cosa, proprio lì viene trascurata o rimandata a un domani che non arriva mai.

Pagara chi non teni nesci – la saggezza popolare è chiara e schietta: spesso paga chi non ha colpa.

Gei ses a frori – niente a che vedere con la bellezza dei fiori. Questo tipo di diccius richiama il senso ironico tipico del campidanese: sei mal messo, in cattivo stato.

foto antiche dei sardi in costume tradizionale con amuleti e gioielli sardi
Il patrimonio dei diccius vengono tramandati da generazioni in tutta l’isola foto pubblico dominio

Diccius, proverbi e modi di dire: l’elenco

Pottada sa lingua chi segat pruppa e ossu – Anche le persone maldicenti sono spesso al centro dei diccius sardi. Tanto pettegole da essere in grado di tagliare la carne e le ossa con la loro lingua.

Fai commenti fainti in Bosa: candu proi, lassant’a proi – Se non c’è soluzione, sarebbe bene farsi scivolare le cose addosso e non farne una tragedia. Così, secondo la tradizione popolare fanno gli abitanti di Bosa che quando piove lasciano piovere.

Bonu po fundi a Santu Ingiu – Come un oggetto rotto o non più utilizzabile viene gettato via, la tradizione popolare è spesso provocatoria, tanto da spedire una persona inetta alla fonderia di San Gavino per essere fusa

Intrada de campioni e bessida de cagalloni – Più colorito è invece il detto che traccia il destino di chi inizia bene qualcosa, da campione, ma finisce nel peggiore dei modi.

Diccius, 12 proverbi sulla bocca e nel cuore dei cagliaritani ultima modifica: 2021-03-23T08:30:00+01:00 da Ilaria Pani

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x