itCagliari

ARTE CULTURA EDIFICI STORICI MONUMENTI

Palazzo Valdés, lo stile Liberty sotto il Bastione

Palazzo Valdés

Molte costruzioni presenti nel capoluogo sardo come Palazzo Valdés, sono caratterizzate in buona parte dallo stile Liberty. Tale stile si diffuse tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, grazie ad una grande espansione della città. Questa dovuta agli interventi e al ruolo della borghesia sarda e a quella genovese. Difatti, tale stile chiamato in Italia Art Nouveau, esprimeva le aspirazioni della società borghese negli anni della Belle Époque. Le caratteristiche stilistiche principali erano l’utilizzo di angoli smussati e arrotondati. Presentava inoltre, decorazioni con fasce di linee curve chiamate “colpi di frusta”. Mentre, altro elemento importante erano i tanti motivi naturalistici. Alberi, rami, foglie, fiori, frutti, uccelli, insetti e figure femminili allungate ne erano parte integrante.

85027514
Fig.1 Palazzo Valdés con vista dal Bastione

Da “Osteria” Valdés ad antica dimora cagliaritana

Palazzo Valdés è disposto su una vasta area in pendenza, situata tra Viale Regina Elena, Piazza Marghinotti e via Sulis. Il Palazzo, sorgeva nell’area prima occupata da vecchie casupole e dall’Osteria Valdés. Quest’ultima era un alloggio per animali e uomini, che risaliva al periodo ottocentesco. L’antica dimora cagliaritana, fu costruita per volontà del mecenate Pietro Valdés. A testimonianza di ciò, vi è la presenta delle sue iniziali nella decorazione della facciata.

Piazza Marghinotti
Fig. 2 Palazzo Valdés con vista Bastione

Palazzo Valdés e le sue due fasi di costruzione

La sua realizzazione avviene in due periodi differenti. Tra il 1901 e il 1915 ad opera dell’ingegnere Mura. Successivamente, nel 1926  l’ingegnere Simonetti amplia l’edificio fino a Piazza Marghinotti. Questo ampliamento conferisce alla facciata un andamento curvilineo. La parte più antica, lungo il viale Regina Elena, presenta un basamento in granito e pietra calcarea. Mentre ai piani superiori spiccano decorazioni, ispirate allo stile Liberty, con teste femminili che sporgono dalle cornici delle finestre. Sulla piazza Marghinotti la decorazione in graniglia di cemento colorato con festoni e conchiglie è, invece, di ispirazione neobarocca. Il fronte su via Sulis riprende gli ornamenti in cotto di più modesta ricchezza.

Palazzo Valdés
Fig. 3 Palazzo Valdés nel 1943 – Fonte: Vistanet

La distruzione e il restauro del Palazzo

A causa dei bombardamenti aerei del 1943 il palazzo subì gravi danni. Infatti, all’epoca, di alcuni edifici non rimaneva che qualche scheletro. Scomparvero intere vie, la chiesa di San Giuseppe, quella di Sant’Anna, il Bastione, il Municipio, il Teatro Civico, Palazzo Vivanet e cosi via. Come tanti altre costruzioni, anche il Palazzo Valdès subì un’opera di restauro. I lavori effettuati non hanno comportato grandi modifiche nello stile architettonico. Ad oggi, possiamo però affermare che i due blocchi sono differenti. Ad ogni modo, per tali requisiti il Palazzo è posto oggi sotto la tutela del Ministero dei Beni Culturali.

Palazzo Valdés, lo stile Liberty sotto il Bastione ultima modifica: 2021-04-19T16:16:06+02:00 da Lara Desogus

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Wow!

To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x