Il Grande Cerchio, a Cagliari l'opera dai mille frammenti di vetro - itCagliari

itCagliari

ARTE CULTURA PIAZZE QUARTIERI

Il Grande Cerchio, a Cagliari l’opera dai mille frammenti di vetro

Il Grande Cerchio di Rosanna Rossi

Risale al 1997 la realizzazione del Grande Cerchio di Rosanna Rossi, in Piazza Galilei, nel quartiere di San Benedetto a Cagliari. L’opera venne commissionata da un cittadino privato, residente in uno degli edifici che si affacciano nell’attuale piazza. L’obiettivo era ravvivare la maestosa parete cieca che si innalzava lungo il perimetro. Per fare ciò, l’artista ideò una grande scultura in rilievo di ingente impatto visivo. Tramite tale realizzazione, l’aspetto della parete, cosi come quello della piazza, cambiarono radicalmente. Mille frammenti di vetro si trovano posizionati a formare una grande forma circolare con al suo interno la presenta di altrettanti centri concentrici nella creazione di una maestosa spirale.

Il Grande Cerchio
Fig 1 Il Grande Cerchio di Rosanna Rossi – Fonte: Villaggio Globale International

Rosanna Rossi: rigenerazione urbana del quartiere di San Benedetto

L’intervento di Rosanna Rossi si inserisce nell’ambito dei processi di rigenerazione urbana utilizzando l’arte per migliorare la qualità dei luoghi. Infatti il rapporto tra città e arte è andato negli ultimi anni considerevolmente mutando. La stessa arte ha ricercato un confronto sempre più stringente con lo spazio pubblico. Dunque uscendo dalle gallerie per arrivare nelle piazze, nei giardini, e così via. Intervenendo inoltre nel dibattito sulla città, e creando una maggiore partecipazione emozionale. Dell’opera di Rosanna Rossi parliamo di un confronto con il preesistente e con il contesto pubblico, architettonico ma anche paesaggistico.

Il grande Cerchio
Fig. 2 Il Grande Cerchio di Rosanna Rossi, Piazza Galilei

Luce e ritmo elementi essenziali del Grande Cerchio

Nell’opera la luce e il ritmo sono gli elementi essenziali utilizzati dall’artista. Ogni frammento del materiale vitreo è studiato per inserirsi all’interno della composizione in forma armonica. Il ricercato accordo degli elementi permette una rifrazione della luce naturale e artificiale. Rendendo così continuamente mutevole l’effetto della scultura. Il modo di percepire il circostante si dilata e muta seguendo regole vicine alle tecniche impressioniste. Lo scorrere del tempo nelle varie ore del giorno comporta infatti percettivamente varie trasformazioni. Dal cambiamento dei colori degli oggetti, alla creazione di atmosfere particolari. Per arrivare poi alla modifica dell’estensione dello spazio percepito.

Il Grande Cerchio, a Cagliari l’opera dai mille frammenti di vetro ultima modifica: 2021-03-01T12:32:22+01:00 da Lara Desogus

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x