I CAGLIARITANI RACCONTANO CAGLIARI

itCagliari

ITALIANI.IT MONUMENTI

San Francesco, quella statua simbolo della piazzetta di Castello

Sanfrancesco Castello Cagliari 4ottobre 2020

Il 4 ottobre l’Italia celebra San Francesco, suo patrono nazionale. Simbolo di genuinità cristiana, un intero Paese ricorda l’umiltà di chi è riuscito a spogliarsi di tutto e sposare così la parola di Cristo. Anche Cagliari ricorda il poverello d’Assisi e quotidianamente la sua statua veglia sulla piazzetta di Castello. Da anni, infatti, un silenzioso testimone di un intero quartiere, nel corso delle sua storia.

San Francesco, da più di novant’anni la statua in Castello

I turisti ci passano davanti e tante volte lo immortalano nelle fotografie. C’è pure chi si siede nelle panchine ai sui piedi. E lui, San Francesco, quieto, vede tutto, da più di novant’anni. Dal 1926, come recita la scritta in latino alla base della statua, il santo di Assisi infatti è lì, al centro della “Plazuela”. Laddove nel ‘600 presunti cospiratori politici hanno trovato la morte, in pubbliche esecuzioni capitali, la statua è diventata simbolo dei castellani.

Sanfrancesco Castello Cagliari 4ottobre2020
La statua di San Francesco nella piazzetta Carlo Alberto.

La morte in povertà e il Cantico delle Creature

Settecento anni dopo la morte di San Francesco, la sua statua occupa un posto prestigioso nella piazza Carlo Alberto, con la Cattedrale alle sue spalle. Nel 1226, infatti, il santo che parlava con gli animali moriva in assoluta povertà, dopo una profonda conversione. Non prima, però, di aver lasciato ai suoi discepoli la “regola” di amore per il prossimo e purezza evangelica. E il Cantico di Frate Sole, lode alle creature di Dio e simbolo della nostra letteratura volgare.

Testimone silenzioso delle gioie e dei dolori di un quartiere

Dal 1926 a oggi il santo di Assisi è sempre al centro della piazzetta. Ha e visto e sentito tutto. Dal cicalare delle comari di quartiere alle infinite partite di pallone fra i ragazzini. Ha forse udito “in diretta” qualche dichiarazione d’amore, fatta nelle panchine, e osservato le feste del rione. Ma Francesco ha anche sofferto, come tutti, quando Castello e Cagliari venivano sventrati dai bombardamenti, che hanno portato via pezzi di storia. E quando una città e un Paese intero si chiudevano nel silenzio, impauriti da un virus invisibile e letale. Lui c’era sempre. E speriamo per tanto tempo ancora.

San Francesco, quella statua simbolo della piazzetta di Castello ultima modifica: 2020-10-04T00:18:12+02:00 da Gianmarco Cossu
To Top