itCagliari

LO SAPEVI CHE MONUMENTI

Stazione di Cagliari, la storia attraversa i binari del tempo

Stazione Cagliari 1906 fotobianco e nera con la facciata. il timpano e le terrazze

La stazione di Cagliari in una foto del 1906 foto pubblico dominio

“La prima via che si presenta al viaggiatore, provenga egli dal mare o colle ferrovie, è la via Roma, la quale unisce le due stazioni ferroviarie delle Reali e delle Secondarie. Di giorno un via vai di veicoli trasportano merci e derrate dalle stazioni ferroviarie e dal porto, imprimendole un movimento non indifferente”. È così che la stazione di Cagliari appare nel 1896. Descritta da Francesco Corona, nella Guida dell’Isola di Sardegna. Il primo lavoro dedicato alla regione sarda, con notizie storiche, geografiche ed economiche dei principali comuni, alberghi, orari dei treni e vetture postali.

Stazione di Cagliari: la più importante della Sardegna

Quando l’autore scrive, sono passati già 17 anni dall’inaugurazione della stazione di Cagliari, il 23 luglio del 1879. Aperta sulla via Roma che, ampia e lunga oltre un chilometro, diventa in quel periodo meta di piacevoli passeggiate. La città si apre alla modernità con la sua stazione, la più importante della Sardegna. Luogo in cui tutti i binari terminano e i treni sono pronti a ripartire dopo un’inversione di marcia. Che si vada o si venga, a quel tempo sono due le linee ferroviarie. La prima, delle Ferrovie Sarde che da Cagliari arriva a Porto Torres con due diramazioni: Decimo-Iglesias e Chilivani-Golfo Aranci. La seconda, delle Ferrovie Secondarie, da Cagliari arriva a Sorgono con diramazioni a Mandas-Tortolì e da questa fino a Gairo Tarquisara-Ierzu. Una rete di oltre 400 km a scartamento normale a cui si aggiungono quelle a scartamento ridotto.

Stazione di Cagliari la facciata moderna con auto parcheggiate davanti alla piazza
La facciata della stazione di Cagliari ai giorni nostri foto di Nicola Secci CC BY-SA 4.0

La costruzione originaria e il collegamento col porto di Cagliari

È una zona di aperta campagna quella che sceglie l’Opera della Compagnia Reale delle Ferrovie Sarde per ospitare la stazione di Cagliari. La società che detiene la concessione governativa per la costruzione e la gestione delle ferrovie sarde può contare sulla vicinanza col porto, altro collegamento importante per il traffico di merci e persone. Tanto strategico da prevedere dal 1893 un prolungamento ferroviario lungo un braccio dello scalo marittimo. Davanti alla stazione, la piazza Matteotti, che a fine 800 ospitava il giardino della stazione. Se la zona verde è ancora esistente, diverso è per il collegamento al porto, eliminato dopo i lavori di riqualificazione urbana della zona e la realizzazione del parcheggio della stazione ferroviaria.

Foto D'epoca che raffigura l'ingresso dei treni e la banchina Stazione Cagliari
L’interno della stazione di Cagliari in una foto d’epoca di inizio ‘900 foto pubblico dominio

Stazione di Cagliari: le ristrutturazioni dell’impianto

La stazione di Cagliari ha mantenuto negli anni la caratteristica forma a U, ma la facciata riempie foto e cartoline d’epoca con dettagli architettonici difficili da dimenticare. Come il timpano, poi arricchito con fregi, oppure le due ampie terrazze ai lati del corpo centrale sparite nel periodo tra le due guerre con la ristrutturazione dell’architetto Roberto Narducci. Nazionalizzata in Ferrovie dello Stato, lo stesso architetto progetta anche l’ampliamento con due ulteriori fabbricati. La seconda guerra mondiale non la lascia indenne: numerosi ferrovieri morirono durante un bombardamento.

Locomotiva d'epoca nera dentro Stazione Di Cagliari
La locomotiva D744003 all’interno della stazione foto di Francesco Canu CC BY-SA 3.0

Stazione di Cagliari: scoprire la sua storia nel museo delle Ferrovie dello Stato

Curiosità e avvenimenti che attraversano tutta la storia della stazione di Cagliari e della rete sarda sono disponibili nel Museo delle Ferrovie dello Stato. Oggetti, fotografie d’epoca e documenti che attraversano tutta la storia della stazione cagliaritana e dello sviluppo delle linee sull’isola. Visibile con una semplice passeggiata all’interno della stazione, è invece la locomotiva a vapore D744003 costruita nel 1927 e utilizzata per un lungo periodo per collegare Cagliari con la città di Olbia.

Stazione di Cagliari, la storia attraversa i binari del tempo ultima modifica: 2021-01-18T08:30:00+01:00 da Ilaria Pani

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x