PASSEGGIANDO QUARTIERI

Stampace: il più antico dei quartieri storici di Cagliari

il quartiere storico di stampace

Stampace è uno dei quattro quartieri storici di Cagliari. Conosciuto principalmente per essere il fulcro della Festa di Sant’Efisio, è forse una delle aree più antiche della città. Risalente all’epoca romana, il quartiere è stato fondato nel XIII sec. dai conquistatori Pisani. In origine era abitato perlopiù da artigiani e mercanti e, ad oggi, ospita alcuni siti archeologici di estrema importanza, come la necropoli di Tuvixeddu o l’anfiteatro romano.

Le origine del nome “stampace”

il quartiere di stampace nel tardo 800

Le origine del nome dello storico quartiere cagliaritano sono avvolte nel mistero.
Stando alla tesi più accreditata, il nome sarebbe una contrazione della frase “stai in pace”. Tali parole rappresentavano, al tempo dell’occupazione Aragonese, una sorta di mantra con cui i boia accompagnavano le loro esecuzioni. In base alle testimonianze dell’epoca, le vittime erano perlopiù cittadini incuranti delle leggi sul coprifuoco. Le persone sorprese a vagabondare per le strade della città dopo il tramonto, erano infatti sistematicamente condannate a morte.
Un’altra storia che avvalora l’ipotesi secondo cui Stampace derivi da “stare in pace”, risale all’epoca pisana. Poco prima della definitiva occupazione aragonese, la città era martoriata dalle continue scorrerie dei saraceni. Per garantire una prima forma di difesa e per proteggere i suoi cittadini, alcuni decisero di trasferirsi poco fuori le mura della roccaforte pisana, situata nell’odierno quartiere di Castello. Tali persone, avevano dunque scelto di sostenere gli interessi pisani e, quindi, di “stare in pace” con i correnti conquistatori.
Da alcuni studi recenti, parrebbe invece che la denominazione Stampace sia stata opera degli stessi pisani. Essi infatti intendevano in tal modo ricordare un luogo omonimo situato tra le mura di Pisa, in cui era ubicata una chiesa dedicata a San Paciano.

Quartiere, siti archeologici e luoghi da visitare

vista del quartiere di stampace

Stampace è racchiuso tra alcune delle vie più importanti di Cagliari: Largo Carlo Felice, via Santa Margherita, viale Buoncammino, Viale Merello, Corso Vittorio Emanuele e viale Trieste. Può essere diviso in due aree:

  • parte alta: il cuore tranquillo del quartiere. Tra i vicoletti e le viuzze strette vi si trova la chiesetta di Sant’Efisio, la cui festa è diventata nel tempo una delle più riconoscibili della città;
  • parte bassa: zona ben più vivace, ricca di locali e negozi. Basti pensare al solo Corso Vittorio Emanuele, attorno al quale si trovano alcuni dei ristoranti più apprezzati di Cagliari e un gran varietà di negozi. Qui, troviamo anche Piazza Yenne, da sempre luogo prediletto di incontro di cagliaritani e turisti provenienti da ogni dove.

Tra i luoghi da visitare del quartiere di Stampace, troviamo la chiesa di San Michele, racchiusa tra le case del quartiere, e alcune delle più importanti testimonianze del periodo romano vissuto dall’isola, l’Anfiteatro romano e la villa di Tigellio. Impossibile, poi, non notare l’imponente facciata neoclassica dell’Ospedale Civile San Giovanni di Dio o il maestoso Palazzo Comunale di Cagliari, dal riconoscibile stile neogotico. Da consigliarsi se vi trovate in città, una visita all’Orto Botanico, un’oasi verde nel cuore di Cagliari. L’orto ospita oltre 2000 varietà di specie botaniche e curiose rarità, retaggio della lunga e, spesso travagliata, storia di Cagliari.

Andreana Perla

Autore: Andreana Perla

Nerd, gamer, divoratrice di libri e amante della scrittura.

Stampace: il più antico dei quartieri storici di Cagliari ultima modifica: 2019-03-21T19:13:23+02:00 da Andreana Perla

Commenti

To Top